Coronavirus, chi è il contagiato di San Giorgio a Cremano

Coronavirus, primo contagiato di San Giorgio a Cremano

Scoppia una sorta di giallo familiare a San Giorgio a Cremano, dove si è cercato di capire chi fosse stato il primo contagiato da Coronavirus. Come ha riportato il Mattino, le prime informazioni provenienti dall’Asl in merito ai tamponi a cui si erano spontaneamente sottoposti padre e figlio davano per positivo il giovane. I due napoletani hanno rispettivamente 55 e 29 anni. Tuttavia dopo poco tempo è seguita una rettifica. Il vero contagiato era il 55enne.

Coronavirus, il giallo del contagiato

L’uomo effettivamente contagiato fa il ristoratore, ed è residente in via Cappiello. Avrebbe contratto il Covid-19 dopo aver avuto contatti diretti con un avvocato del Vomero, colpito a sua volta dal virus durante un soggiorno lavorativo a Milano. L’uomo si trova in quarantena assieme ai figli e alla moglie nella loro abitazione del parco Pia. Fortunatamente le sue condizioni, malgrado una leggerissima febbre già smaltita, non sono state ritenute tali da richiedere il ricovero in ospedale.

Il resto dei famigliari del ristoratore è risultata negativi ai primi esami. Anche il 29enne inizialmente indicato come infetto non risulta tra i malati. “Il paziente si era recato di sua spontanea volontà al Cotugno per un controllo. Qui ha aspettato l’esito degli accertamenti sanitari che hanno confermato la positività al Coronavirus – ha affermato il sindaco del Paese Zinno -. Siamo in contatto costante con Asl e Protezione civile regionale per la gestione del caso. Questa persona era entrata in contatta con un soggetto già colpito dal Covid-19, al momento si trova in quarantena domestica poiché priva di sintomi che ne giustificherebbero il ricovero in ospedale. Il suo quadro clinico è buono”.