Coronavirus, chi sono le vittime in Italia

(Photo by Emanuele Cremaschi/Getty Images)

A oggi sono 12 le vittime da coronavirus in Italia. Quasi tutte abitavano nei due focolai individuati nel Nord Italia ed erano over 70 ricoverate nei vari ospedali con patologie pregresse. Il nuovo patogeno, il Sars-CoV-2 (nome scelto dall'International Committee on Taxonomy of Viruses, a sottolineare la parentela con la Sars) ha quindi evidentemente contribuito all'indebolimento di organismi già particolarmente fragili a causa di una malattia esistente (malattie cardiologiche, tumori, diabete...)

LEGGI ANCHE: Tasso mortalità Coronavirus: i dati per età, sesso e patologie pregresse

VIDEO - Vaccino Coronavirus, primi test su animali

Ecco chi sono i pazienti deceduti risultati positivi al Covid-19.

Adriano Trevisan, 78 anni, di Vo' Euganeo (Padova). Pensionato, ex titolare di una piccola impresa edile, è stato la prima vittima risultata positiva al nuovo virus. Ricoverato da una decina di giorni all'ospedale di Schiavonia con una diagnosi di polmonite, è morto il 21 febbraio.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, tutti i numeri per l'emergenza

Il secondo decesso annunciato è quello di una donna, un'altra pensionata, di 77 anni. E' morta nella sua abitazione di Casalpusterlengo (Lodi) il 22 febbraio. Il tampone sul virus le è stato fatto post mortem: fatale per lei una visita al pronto soccorso per una crisi respiratoria nei giorni in cui si è fatto visitare anche il 38enne trovato per primo positivo al virus.

Coronavirus: la mappa in tempo reale del contagio

Angela Denti, 68 anni, di Trescore Cremasco (Cremona) è morta domenica 23 febbraio all'ospedale di Crema (Cremona). Ricoverata nel reparto di oncologia, poco prima del decesso aveva avuto un attacco cardiaco. In seguito a una crisi respiratoria, era stata trovata positiva anche al coronavirus.

SFOGLIA LA GALLERY - Coronavirus, supermercati presi d'assalto

E' un uomo di 84 anni di Villa di Serio (Bergamo) la quarta vittima legata al coronavirus. Trasferito all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dal nosocomio di Alzano con delle patologie pregresse, si è spento il 24 febbraio.

SFOGLIA LA GALLERY - Surreali paesi "fantasma" nel Lodigiano

Aveva 88 anni l'uomo deceduto a Caselle Landi (Lodi) il 24 febbraio, quinta vittima del coronavirus in Italia.

LEGGI ANCHE - Perché è assurdo l’assalto ai supermercati

VIDEO - Sala: "Niente corse ai supermercati"

La sesta vittima è deceduta all'Ospedale Sacco di Milano. Si tratta di un ottantenne di Castiglione d'Adda (Lodi). Giovedì 20 febbraio era stato ricoverato per un infarto all'ospedale di Lodi, stesso giorno in cui era arrivato il 38enne primo paziente risultato positivo al virus. Inizialmente era stato ricoverato in rianimazione, ma una vola risultato positivo al test era stato trasferito a Milano.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, come cambiano le regole per lo smartworking?

Settima vittima un 62enne residente a Castiglione d'Adda (Lodi), già dializzato con patologie croniche. E' morto lunedì 24 febbraio all'ospedale Sant'Anna di Como dove era stato trasferito tra venerdì e sabato perché positivo al test sul coronavirus.

Altre quattro quattro vittime martedì 25 febbraio: un 84enne di Nembro, in provincia di Bergamo, un uomo di 91 anni di San Fiorano (Lodi), una donna di 83 anni di Codogno (Lodi), e una donna di 76 anni di Treviso. Tutte le persone decedute avevano un quadro clinico compromesso.

Ultimo decesso in ordine temporale, e primo in Emilia-Romagna, è quello di un paziente 70enne, cittadino lombardo, "già affetto da importanti patologie pregresse". Proveniva da uno dei comuni della “zona rossa” lombarda ed era stato ricoverato all'ospedale di Piacenza, poi trasferito in terapia intensiva a Parma.

SFOGLIA LA GALLERY - I consigli del ministero della Salute