Coronavirus, chiesta policy urgente a tutela lavoratori Rai

webinfo@adnkronos.com

Studi televisivi e programmi con pubblico in studio a rischio di provvedimenti cautelativi? In una lettera inviata all'ad Rai, al presidente, al direttore Generale e gli altri membri del Cda Rai, i consiglieri d'amministrazione Rai Rita Borioni e Riccardo Laganà chiedono di predisporre e disporre "con urgenza" "una policy aziendale a tutela dei lavoratori e di coloro che frequentano le sedi Rai, rispetto all'epidemia di Coronavirus". 

"Con la presente - scrivono i due consiglieri - alla luce delle notizie di stampa, e ferme restando le prime misure di intervento adottate, si chiede ai vertici dell'azienda se sia stata stabilita una policy aziendale a tutela dei lavoratori e di coloro che frequentano le sedi Rai, rispetto all'epidemia di Coronavirus che sta colpendo il nostro come molti altri paesi e nel caso quando verrà diffusa. In caso non sia stata elaborata tale policy si chiede di predisporla e diffonderla con urgenza. La nostra è un'azienda sensibile, fondamentale e strategica anche e soprattutto in circostanze di crisi. Per questo dobbiamo tutelare la salute dei lavoratori, la funzionalità dell’azienda e, quindi, l'informazione per il pubblico. Rimaniamo in attesa di Vostre comunicazioni", concludono.