Coronavirus: chiude Sonia, il noto ristorante cinese di Roma

La denuncia di Sonia Zhou: "Pochissimi clienti"

Chiude il ristorante cinese più famoso di Roma a causa della psicosi da coronavirus la titolare Sonia Zhou: “Pochissimi clienti e anche i nostri collaboratori hanno paura a venire a lavorare”. Situato nel quartiere Esquilino a Roma il locale Hang Zhou rimarrà chiuso per due mesi.

Coronavirus: chiude ristorante cinese di Roma

Con grande rammarico sono costretta a chiudere il ristorante fino al 30 aprile“. Esordisce così Sonia Zhou titolare del noto locale Hang Zhou nel quartiere Esquilino a Roma in un post rilanciato su Facebook. “Purtroppo la psicosi portata dal Coronavirus sta colpendo tutti non solo i clienti, che sono ormai pochissimi, ma anche i nostri collaboratori che adesso hanno paura di venire a lavorare e mi hanno chiesto un periodo di pausa”.

Continua la titolare: “I cuochi hanno già comprato i biglietti per tornare in Cina dalle loro famiglie perché non vogliono stare più in Italia. Una volta arrivati lì saranno messi in quarantena per 14 giorni”.

La street-artist Laika poco tempo fa aveva dedicato a Sonia un murales: “C’è in giro un’epidemia di ignoranza… Dobbiamo proteggerci!!! Gli unici virus che dobbiamo estirpare sono il razzismo e la psicosi. Sosteniamo la comunità cinese in questo momento difficile”. Sonia Zhou sottolinea nel post: “Mi scuso immensamente e ringrazio tutte le persone, che nel momento in cui ero in difficoltà perché noi cinesi sembravamo i portatori del virus a cominciare dalla sindaca di Roma Virginia Raggi e tutti famosi e non famosi che hanno sempre dimostrato di volermi bene. Ad ogni modo quest’anno non chiuderò il mese di agosto“.