Coronavirus, Christian Jessen chiede scusa: “Volevo sdrammatizzare”

ChristianJessenscusecoronavirus

Il dottore di Malattie Imbarazzanti Christian Jessen ha chiesto scusa per la sua frase infelice in merito all’emergenza Coronavirus che ha colpito l’Italia. Jessen aveva dichiarato che l’epidemia sarebbe stata una scusa degli Italiani “per fare una lunga siesta”.

Christian Jessen: le scuse

Con un messaggio via social Christian Jessen ha porto le sue scuse per la frase infelice pronunciata a proposito del Coronavirus in Italia.

“Per quanto riguarda i miei commenti sull’epidemia di coronavirus in tutto il mondo e la situazione dell’Italia: Ho sbagliato, lo ammetto. Ho cercato di sdrammatizzare il panico. Tuttavia, col senno di poi riconosco che la mia osservazione era insensibile e devo scusarmi per qualsiasi turbamento io abbia causato. Capisco perché sia stato offensivo e spero possiate perdonarmi”, ha fatto sapere Jessen via Twitter.

In tanti si erano scagliati contro di lui per la frase incriminata e ora che la situazione drammatica in Italia è sotto gli occhi di tutti Jessen non si è potuto esimere dal chiedere scusa. Come lui non sono pochi i personaggi del mondo dello spettacolo che hanno avuto uscite più o meno infelici rispetto all’emergenza. La conduttrice Barbara Palombelli ad esempio è stata accusata di aver usato una frase discriminatoria durante una puntata di Stasera Italia: la Palombelli avrebbe insinuato che in Nord Italia ci sarebbero stati più morti da Coronavirus perché lì “tutti andrebbero a lavoro” regolarmente.