Coronavirus, in Cina 3.070 vittime: guarigioni al 70%

webinfo@adnkronos.com

Sono 3.070 le persone morte a causa dell'epidemia di coronavirus in Cina, dove i dati ufficiali parlano di 80.651 casi di infezione. La Commissione nazionale per la salute ha confermato che ieri nella provincia di Hubei sono morte altre 28 persone, mentre nel territorio della Repubblica Popolare si sono registrati 99 nuovi casi confermati di infezione, 24 dei quali "importati" (17 nella provincia di Gansu, tre a Pechino, altrettanti a Shanghai e uno nel Guangdong). Ieri 1.678 persone sono state dimesse dagli ospedali del gigante asiatico. Le guarigioni, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), sono salite a 55.404, sfiorando il 70%. 

COREA DEL SUD - Sono più di 7.000 i casi di infezione da coronavirus in Corea del Sud. I nuovi dati confermati dai Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) e riportati dall'agenzia Yonhap parlano infatti di altri 274 contagi in 16 ore per un totale di 7.041 casi. Le zone più colpite restano quelle della città sudorientale di Daegu e della vicina provincia del Gyeongsang Settentrionale. Il bilancio ufficiale delle vittime riportato dalla Yonhap è di 44 morti, per lo più anziani con patologie pregresse. 

IRAN - Il nuovo coronavirus continua a fare vittime in Iran. Parla infatti di 145 morti l'ultimo bilancio confermato dal ministero della Sanità di Teheran. I casi di contagio sono 5.823. Gli ultimi dati sono stati forniti dal portavoce del dicastero, Kianush Jahanpour, che in dichiarazioni trasmesse da Press Tv ha spiegato come nelle ultime 24 ore si siano registrate 606 nuove infezioni. 

THAILANDIA - Due nuovi casi di coronavirus in Thailandia. Il ministero della Sanità ha confermato che si tratta di due uomini thailandesi di 40 anni, che sono stati di recente in Italia. Il giornale online The Nation parla di una "visita ufficiale". Le autorità sanitarie del Paese segnalano in totale 50 casi di infezione: una persona è morta a causa della Covid-19, 18 sono ricoverate in ospedale e 31 sono guarite. 

EMIRATI ARABI UNITI - Crescono i timori per la diffusione del coronavirus negli Emirati Arabi Uniti. Le autorità segnalano 15 nuovi casi per un totale di 45, come riporta l'agenzia ufficiale Wam. Il ministero della Sanità ha precisato in una nota diffusa nelle ultime ore che 13 casi riguardano persone arrivate di recente dall'estero, mentre gli altri due - un emiratino e un egiziano - sono stati individuati dopo un monitoraggio in occasione dell'Uae tour di ciclismo, fermato a causa di due casi accertati di coronavirus. Negli Emirati sono sette le persone dichiarate guarite. 

QATAR - Sono 12 i casi di infezione da coronavirus in Qatar. Lo ha reso noto il ministero della Sanità, che ha confermato un nuovo caso nel Paese. Si tratta, come riporta l'agenzia Qna, di un cittadino rientrato dall'Iran, ritenuto il focolaio dell'epidemia nella regione, e posto in quarantena all'arrivo nel Paese.  

AFGHANISTAN - Altri tre casi di coronavirus nella provincia di Herat, nell'Afghanistan occidentale. Il ministro della Sanità, Firuzuddin Firuz, ha confermato che sono ora quattro in totale nel Paese i casi di Covid-19, tutte persone rientrate di recente dall'Iran, con cui confina la provincia di Herat. Il primo caso è stato segnalato nella regione lo scorso 24 febbraio e il ministro Firuz ha subito dichiarato l'emergenza nella provincia. Le scuole sono chiuse e sono vietati i grandi raduni di persone. L'Iran è considerato il focolaio dell'epidemia nella regione.