Coronavirus, Cina: gli Usa hanno creato e diffuso paura

Bea

Roma, 3 feb. (askanews) - Il ministero degli Esteri cinese ha accusato alcuni paesi, in particolare gli Usa, di aver avuto una reazione eccessiva all'epidemia di coronavirus in corso in Cina,diffondendo allarmi. Washington, invece di offrire aiuti, ha diffuso paura, ha detto un portavoce del ministero secondo l'agenzia Reuters. Gli Usa sono stati il primo Paese ha vietare l'ingresso a persone che sono state in Cina: il presidente Donald Trump la scorsa settimana ha firmato un ordine che vieta ingresso nel Paese ai cittadini stranieri che nelle ultime due settimane sono stati in Cina. "Tutto quel che è stato fatto ha potuto solo creare e diffondere paura" ha detto il portavoce Hua Chunying, secondo il quale non è ragionevole impedire a delle persone di varcare il confine.