Coronavirus, Cina vieta ingresso a cittadini stranieri

Mgi

Roma, 26 mar. (askanews) - Il governo cinese ha vieterà temporaneamente l'ingresso nel Paese ai cittadini stranieri in possesso di visto o di permesso di residenza a partire dal 28 marzo; anche i normali transiti senza visto verranno sospesi.

La misura - che intende frenare i contagi di coronavirus "di ritorno" - non si applicherà al personale diplomatico estero, mentre coloro che si recano in Cina per delle attività "necessarie" di tipo economico, scientifico, tecnico o umanitario dovranno fare domanda alle ambasciate e ai consolati cinesi.