Coronavirus cinese, salgono a 25 le vittime. L'Oms rinvia a domani la decisione sulle contromosse

HuffPost

 L’Organizzazione mondiale della Sanità ha deciso di rinviare a domani la decisione se dichiarare l’emergenza globale attorno alla diffusione del misterioso coronavirus che ha causato 25 morti in Cina. mentre i casi di polmonite accertati sono 616.

Nell’elenco dei casi accertati provincia per provincia vengono conteggiati anche Hong Kong, Macao e Taiwan. Altri quattro casi sono stati registrati in Thailandia, mentre Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti hanno registrato un caso ognuno.

Città di Wuhan mette in guardia i visitatori: “Non venite”

La città cinese di Wuhan, epicentro del focolaio del virus, ha esortato tutti a tenersi lontani, cancellando un importante evento del capodanno cinese, nel tentativo di contenere l’epidemia. La malattia si sta diffondendo mentre centinaia di milioni di persone viaggiano in treni, aerei e autobus in tutta la Cina per riunirsi con amici e parenti per le vacanze del capodanno, che inizia venerdì. Il sindaco di Wuhan Zhou Xianwang ha esortato i residenti a non lasciare la città e i visitatori a evitarla, in modo da ridurre la possibilità di trasmissione.

Rafforzati i controlli negli aeroporti, anche quelli italiani

Da giovedì mattina all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino - che ha tre voli a settimana (martedì, giovedì e sabato) provenienti e diretti a Wuhan, e numerosi voli non diretti - ai passeggeri che sbarcheranno dal Paese asiatico sarà misurata la temperatura attraverso scanner e dovranno compilare una scheda che indichi destinazione e percorso una volta sbarcati. Al loro arrivo in pista ci sarà anche un mezzo della Croce rossa con personale sanitario e una camera attrezzata per il contenimento del rischio infettivo del virus che appartiene alla stessa famiglia della Sars.  

Tra le indicazioni della Polaria agli agenti, c’è quella di non accedere al vano aereo se non quando strettamente necessario, e indossare maschere facciali e guanti monouso prima del contatto con i passeggeri sospetti...

Continua a leggere su HuffPost