Coronavirus, Cirio: entro venerdì misure straordinarie in Piemonte

Prs

Torino, 2 mar. (askanews) - "L'obiettivo è non rimanere fuori dalle aree più in crisi. Mercoledì presenteremo la nostra ricetta a Conte per affermare la necessità che il Piemonte economico possa ripartire". Così Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, al termine dell'incontro con le categorie produttive.

"Entro venerdi' vogliamo predisporre una serie di misure straordinarie. Da una parte si lavorerà con lo Stato, perché stanzi le risorse, dall'altro, da buoni piemontesi faremo anche con risorse nostre. Per le aziende che hanno bisogno du liquidità e si rivolgono alle banche dobbiamo creare un paracadute. Abbiamo un fondo di garanzia che era previsto nel piano di competitività, di oltre 50 milioni di euro, avremmo voluto usarlo per altre prospettive ma oggi si deve usare per affrontare l'emergenza e per non fermare una macchina che oggi è rallentata moltissimo. Quindi da una parte il credito, e poi la cassa integrazione in deroga. Su questo attendiamo non soltanto che lo faccia lo Stato ma anche noi venerdì su questo daremo risposte con risorse messe in campo direttamente dalla Region, ha spiegato Cirio.

Quanto alla sospensione dei tributi "Io posso sospendere ciò che è dovuto alla Regione Piemonte. Abbiamo fatto fare l'elenco di tutte le aziende che hanno un mutuo con Finpiemonte, la moratoria di questi mutui la può fare la Regione Piemonte e la faremo. Per quanto riguarda la sospensione di oneri contributivi e fiscali, ci vuole un provvedimento di legge da parte dello Stato", ha precisato Cirio.