Coronavirus a Civitavecchia: negativi i due passeggeri sospetti

Coronavirus civitavecchia negativi

Dopo i due casi sospetti di coronavirus a bordo di una nave da crociera, rimasta bloccata al porto di Civitavecchia, arriva l’esito degli esami della coppia proveniente da Hong Kong che erano stati isolati dall’ospedale Spallanzani di Roma per essere sottoposti alle analisi del caso. I primi test effettuati sui due passeggeri asiatici risultano essere negativi. Il marito della donna, nonostante non avesse alcun sintomo, è stato messo ugualmente in quarantena dal momento che poteva essere sempre in una fase di incubazione dato lo stretto rapporto che ha avuto con la donna.

Coronavirus a Civitavecchia: sindaco blocca lo sbarco

Ernesto Tedesco, il sindaco di Civitavecchia si è opposto allo sbarco dei passeggeri della nave da crociera, nonostante tale procedura fosse stata autorizzata dalla Sanità Marittima. Il primo cittadino non ci sta: “Siamo preoccupati e anche i lavoratori che devono procedere allo sbarco lo sono. Se arriveranno risposte positive dagli esami in corso allo Spallanzani non ci sarà nessuna obiezione a far scendere i passeggeri”. Nonostante l’esito negativo dei test, Ernesto Tedesco, non ha ancora cambiato idea. Escluso dunque qualsiasi tipo di pericolo dopo le analisi dei medici dell’istituto di malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma che nella serata del 30 gennaio hanno diffuso i risultati degli esami effettuati sui campioni biologici perlevati ai due passeggeri, un uomo e una donna.

Le dichiarazioni dei passeggeri

Liborio Iervolino, un crocerista della Puglia, racconta: “Non abbiamo informazioni, né internet perché dentro la nave non funziona e non riusciamo ad avere notizie. Ma soprattutto prendiamo i pasti tutti insieme negli spazi comuni e non sappiamo se qualcuno è infetto. Non ci sono stoviglie monouso», aggiunge inoltre che: “Nelle sale i televisori trasmettono pubblicità, noi vorremmo vedere i TG e capire che cosa succede”.