Coronavirus, Cnr: il 75% di italiani ha fiducia nelle autorità -2-

(Segue)

Roma, 19 mar. (askanews) - Il campione riconosce le competenze delle autorità tanto ad assumere provvedimenti quanto ad indicare linee guida (più le seconde che le prime); in particolare non dubita sul fatto che sia loro prerogativa farlo (91,8%); ritiene, in grande maggioranza (71,7%), che abbiano utilizzato correttamente gli esperti; critica, con leggera maggioranza (54,3%), alcune contraddittorietà evidenziate nella gestione; considera (a maggioranza relativa, 44,8%) di aver saputo organizzare misure sufficienti di contrasto. In ogni caso non mette in dubbio (63,3%) la competenza delle autorità pubbliche.

Il campione riconosce alle autorità pubbliche la piena intenzione nel contenere il coronavirus sia attraverso provvedimenti (per il 90,2%) sia attraverso linee guida comportamentali (per l'89,1%); andando ad analizzare le azioni che dovrebbero conseguire, trova comunque a maggioranza non amplissima (55,9%) sufficienti gli investimenti prospettati e ritiene (a maggioranza relativa, 43,1%) che non ci siano altri interessi in gioco. Infine non dubita (72,1%) sulle intenzioni delle autorità. L'89% ritiene che l'obiettivo sia quello di contenere la diffusione del contagio. Mentre si negano le eventuali ulteriori finalità di tranquillizzare l'opinione pubblica o di creare allarmismo immotivato.