Coronavirus, Codacons: isolare passeggeri in ultimi voli da Cina

Sav

Roma, 31 gen. (askanews) - Tutti i passeggeri giunti oggi a Roma e Milano con gli ultimi voli partiti ieri dalla Cina deve essere isolati e sottoposti a quarantena fino a che non ci saranno certezze sul loro stato di salute. Lo afferma il Codacons, che chiede a Governo e Protezione civile l'adozione di misure straordinarie a tutela della popolazione.

"Non basta misurare la temperatura ai passeggeri e distribuire vademecum perché, considerati i lunghi tempi di incubazione del virus, tali misure appaiono ridicole - spiega il presidente Carlo Rienzi - I viaggiatori provenienti dalla Cina e atterrati oggi a Malpensa e Fiumicino devono essere immediatamente posti in isolamento e non devono entrare in contatto con altri cittadini, se non con il personale sanitario, avviando nei loro confronti la quarantena per almeno 14 giorni".

Il Codacons chiede inoltre misure d'emergenza per tutti quei luoghi che possono rappresentare un potenziale rischio di contagio.

"Chiediamo a Governo e Protezione civile di sospendere fino a cessato allarme gli spettacoli in cinema, teatri, e altri luoghi d'assembramento, interrompere visite guidate nei luoghi affollati come il Colosseo e partite allo stadio, e disporre il dimezzamento delle corse e la disinfezione di treni, autobus e metro prima di ogni partenza, per evitare che anche in Italia scatti una epidemia - afferma Rienzi - Devono inoltre essere resi noti tutti i luoghi visitati nel nostro paese dai due cinesi contagiati (hotel, bar, ristoranti, ecc.) attualmente ricoverati a Roma, in modo da consentire ai cittadini di evitarli".

Infine, la Chiesa deve valutare se sospendere messe e funzioni religiose e invitare i fedeli a fruire delle celebrazioni, compreso l'Angelus di domenica prossima in Piazza San Pietro, alla tv rimanendo a casa.