Coronavirus, Codacons: sospendere l'Angelus e la Maratona di Roma

Red/Sav

Roma, 1 feb. (askanews) - Sospendere l'Angelus di domani in Piazza San Pietro e la Maratona di Roma del prossimo 29 marzo. A chiederlo il Codacons, in relazione all'emergenza sanitaria legata al coronavirus decretata anche in Italia.

"Allo stato attuale tutti i grandi assembramenti di persone provenienti da più parti del mondo rappresentano un potenziale rischio per la salute umana, e alimentano il rischio di diffusione del virus - spiega il presidente Carlo Rienzi - In questa fase delicata di grande incertezza si rendono pertanto necessarie misure estreme a tutela della pubblica incolumità: per tale motivo rivolgiamo un appello a Papà Francesco affinché sospenda l'Angelus di domani in Piazza San Pietro, e tutte le funzioni religiose principali che attirano un elevato numero di fedeli, almeno fino a che non sarà passata l'emergenza, invitando i credenti a seguire le funzioni un televisione rimanendo a casa".

"Al Ministero della salute e al Comune di Roma chiediamo invece di annullare la Maratona di Roma prevista per il prossimo 29 marzo, sempre a tutela della pubblica incolumità e considerato l'elevato numero di partecipanti che la manifestazione sportiva attira", conclude il Codacons.