Coronavirus, Coldiretti denuncia speculazioni sul latte

Red/Nav

Roma, 14 mar. (askanews) - Nonostante l'emergenza coronavirus c'è chi approfitta della situazione per speculare sul cibo, in particolare sul latte, in un momento di grave difficoltà. È la denuncia di Coldiretti Campania nel segnalare richieste di insostenibili riduzioni del prezzo pagato agli allevatori proprio mentre i supermercati vengono presi d'assalto e nelle stalle si continua a mungere per garantire le produzioni e i rifornimenti.

"Il nostro ufficio legale - annuncia Salvatore Loffreda, direttore di Coldiretti Campania - ha già predisposto le diffide verso le aziende di trasformazione e distribuzione che, violando i contratti in essere sul prezzo del latte, lasciano il prodotto a terra senza ritirarlo, salvo poi provare a speculare proponendo prezzi dimezzati. È inaccettabile che in un momento in cui i cittadini fanno la fila per acquistare gli alimenti base della dieta, c'è chi colga il pretesto della chiusura di bar e ristoranti per disdire al ribasso unilateralmente i contratti. Oggi più che mai i cittadini chiedono latte italiano. Un ricatto per lucrare sulle difficoltà proprio nel momento in cui si moltiplicano le adesioni alla mobilitazione #MangioItaliano" per invitare alla responsabilità e a sostenere la produzione nazionale privilegiando negli approvvigionamenti delle industrie e della distribuzione commerciale il Made in Italy, preferendo formaggi con il latte italiano al posto di quelli ottenuti da cagliate straniere. (Segue)