Coronavirus, Coldiretti: Vinitaly strategico

Red/Nav

Roma, 14 mar. (askanews) - Dopo il record storico fatto segnare dalle esportazioni di vino che hanno raggiunto i 6,43 miliardi nel 2019, il Vinitaly puo' segnare il momento della riscossa del Made in Italy nel mondo una volta superata l'emergenza Coronavirus. E' quanto afferma la Coldiretti nell'esprimere apprezzamento per la volontà di Veronafiere di mantenere l'appuntamento del Vinitaly al 14-17 giugno. Un segnale di ottimismo per il settore che - sottolinea la Coldiretti - è un importante elemento di traino per l'intero Made in Italy. Il vino nel 2019 - precisa la Coldiretti - si classifica come il prodotto agroalimentare piu' esportato nel mondo con un aumento del 3,1%. Bisogna ricostruire un clima di fiducia nei confronti del marchio Made in Italy che - sostiene la Coldiretti - rappresenta nell'alimentare una eccellenza riconosciuta sul piano qualitativo a livello comunitario ed internazionale. E il Vinitaly - continua la Coldiretti - è l'appuntamento fieristico dell'agroalimentare italiano piu' atteso e partecipato da istituzioni, stakeholder e operatori di mercato.