Coronavirus, collaboratore di Elisabetta positivo: la Regina è a rischio?

coronavirus regina elisabetta positiva

Un collaboratore di Buckingham Palace è risultato positivo al coronavirus e in Inghilterra subito i tabloid si sono interrogati se questo potesse comportare un rischio anche per la Regina Elisabetta II. I suoi 93 anni preoccupano e la positività al coronavirus per lei, così come per ogni altra persona della sua età, potrebbe risultare letale e, proprio per questo, la regina si è ritirata in auto isolamento nel castello di Windsor e dovrebbe rimanerci più a lungo rispetto alle consuete vacanze pasquali.

Regina Elisabetta positiva al coronavirus?

Stando a quanto riportato dal Sun, il collaborato sarebbe risultato positivo la settimana scorsa, ma non è chiaro se questo abbia avuto o meno contatti con Sua Maestà, che aveva lasciato Buckingham Palace giovedì scorso, 19 marzo. Dalla casa reale al momento nessun commento se non un: Non parliamo dei singoli membri dello staff. In linea con le regole ricevute, abbiamo adottato le misure necessarie per proteggere tutti i dipendenti e le persone coinvolte”. L’obiettivo ora sarà cercare di ricostruire tutti gli spostamenti del collaboratore, ma non sarà facilissimo visto che nel castello di Westminster a Londra il personale è composto da oltre 500.

La famiglia reale farà la sua parte

Solo nei prossimi giorni si potrà determinare se la Regina Elisabetta abbia avuto o meno contatti diretti, o indiretti, con il collaboratore. Prima di ritirarsi nel castello di Windsor con suo marito Filippo, la Regina aveva diffuso un comunicato ufficiale nel quale ringraziava e elogiava gli operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta all’emergenza sanitaria aggiungendo poi che la famiglia reale avrebbe fatto la sua parte in questa battaglia.