Coronavirus, collegio S. Camillo Forlanini: un ritorno non esiste

Bet

Roma, 18 mar. (askanews) - "Il lungo percorso di dismissione del Forlanini fu iniziato 12 anni fa e si concluse 5 anni or sono con il trasferimento all'Ospedale San Camillo delle ultime residuali attività assistenziali". Nell'affaire Forlanini entra oggi con una lettera aperta il Collegio di Direzione dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini.

"Già all'epoca il nosocomio non rispondeva più ai requisiti strutturali ed organizzativi necessari a garantire l'erogazione di prestazioni ad alta complessità assistenziale" spiegano, additando "chi oggi - quasi non curante del grave momento che l'intero Paese sta vivendo sotto il profilo sociale, economico e soprattutto sanitario - chiede la riapertura del Forlanini lo fa non conoscendo sia lo stato attuale del Presidio, nè i principi sui quali oggi si basano i progetti di realizzazione di moderni e funzionali plessi ospedalieri".

"Chi chiede oggi la riapertura 'dell'ex Forlanini' asseconda la pancia delle persone", dicono dal Collegio preoccupate per la vicenda Coronavirus. Per i membri dell'organismo è "dannoso e strumentale dare spazio ad un bisogno nostalgico quale esso è 'la riapertura del Forlanini' evocando il ritorno di qualcosa che realmente non esiste. Non è il 'momento della nostalgia'", conclude.