Coronavirus, comune Milano avvia call per strutture ricettive

Mch

Milano, 1 apr. (askanews) - È partita la call del comune di Milano per individuare le strutture ricettive disposte a mettersi in gioco per aiutare la città a superare l'emergenza Coronavirus. Tre le possibilità di collaborazione per albergatori, host e gestori: accoglienza del personale sanitario, di personale impegnato in servizi essenziali e di persone in autoisolamento; accoglienza di persone in quarantena; accoglienza di persone in difficoltà sociale. Le disponibilità dovranno arrivare entro il 30 maggio.

Chi si offrirà per l'accoglienza del personale, sanitario o di servizi essenziali, e di persone in autoisolamento dovrà garantire la prenotazione autonoma da parte dell'ospite attraverso le più popolari piattaforme, a prezzi calmierati: gli appartamenti verranno messi a disposizione "ad un costo non superiore a 15 euro al giorno e in caso di strutture di tipo alberghiero la tariffa sarà pari a 30 euro al giorno" o comunque a prezzi "significativamente inferiori" rispetto al mercato, spiega Palazzo Marino.

Per l'accoglienza di persone in quarantena, invece, il comune è in regia e si impegna a facilitare i rapporti tra i proprietari delle strutture e i soggetti attuatori, come ad esempio le Ats, che assumeranno la gestione della struttura. "Tutti i costi dell'operazione - si legge nell'avviso - sono in carico all'istituzione pubblica attuatrice del progetto che potrà richiedere il rimborso".

Con la "selezione di spazi e strutture destinate ad altri usi che consentano di ospitare persone in situazioni di disagio critico", il comune punta infine ad ampliare la sua rete per l'accoglienza di cittadini vulnerabili. In questo caso si cercano anche strutture non destinate a uso abitativo, ad esempio sportive, di animazione culturale o educative, che siano immediatamente disponibili. La presa in carico "temporanea" sarà di Palazzo Marino "attraverso contratti di comodato d'uso non oneroso o altra tipologia di contratto idonea a regolamentare l'immissione in possesso".