Coronavirus, comunità ebraiche: mobilitati fondi dell'8x1000

Cro/Ska

Roma, 25 mar. (askanews) - L'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane destinerà una parte dei propri fondi Otto per Mille, e farà ogni possibile sforzo di raccolte fondi dedicate, in raccordo anche con l'Associazione Medica Ebraica, per sostenere la lotta al Coronavirus e aiutare gli enti che in prima linea si dedicano alla solidarietà socio-sanitaria. La più minuscola creatura minaccia la più vasta umanità in ogni dove, ma siamo convinti che il bene e la solidarietà umana siano ancora più forti.

E' quanto deliberato dalla Giunta dell'ente, con criteri di ripartizione che curerà l'apposita commissione UCEI. Il mondo delle religioni, con la sua capacità di raggiungere le persone e creare comunità e vicinanza, deve oggi più che mai unirsi in questa sfida.

"Gli ebrei italiani - afferma la Presidente UCEI Noemi Di Segni - ci sono sempre stati e sempre ci saranno con il loro impegno per il bene più prezioso che è la vita".