Coronavirus, Concetta Castilletti: “Mio marito mi ha aiutato molto”

Coronavirus Concetta Castilletti

Concetta Castilletti, una delle ricercatrici del team femminile che all’ospedale Spallanzani di Roma ha isolato il coronavirus ha rilasciato un’intervista spiegando come è riuscita a conciliare famiglia e lavoro, ringraziando suo marito per il sostegno e l’aiuto fornitole.

Concetta Castilletti, ricercatrice che ha isolato il Coronavirus

La donna ha infatti affermato che il suo segreto è stato la condivisione della vita domestica con il suo uomo. Impiegato nel mondo dell’editoria, ora è in pensione ma quando entrambi erano impegnati sul lavoro non organizzavano la loro vita con ruoli stagni: chi poteva andava al supermercato o cucinava o riprendeva i bambini a scuola. “È stato sempre così, fin da quando erano piccoli. Anche lui si è alzato la notte, per riaddormentarli. Anche lui ha cambiato i pannolini“, ha specificato. Ha continuato chiarendo che nella sua casa vige la parità totale e che la sua sensazione è sempre stata quella di avere al fianco un alleato e un amico.

É poi passata a parlare di una delle sue grandi passioni ovvero il basket che ha iniziato a praticare quando giocavano i suoi figli. Dopo qualche tempo insieme a loro e al marito hanno partecipato alla gestione di una piccola società romana che nel tempo è cresciuta. “Io mi diverto ad accompagnare i bambini da 6 a 10 anni ai campi estivi organizzati a Tagliacozzo. Faccio da mamma, li seguo dopo gli allenamenti, metto i cerotti. Mi piace moltissimo“, ha dichiarato.

Infine una parola sugli hobby e le distrazioni. Pur ammettendo di dedicare poco tempo a se stessa, la sua gioia è quella di tornare d’estate alla sua città natale, Ragusa, luogo che ama e che non cambierebbe con nessun altro. I suoi abitanti sono solari e accoglienti tanto che, dopo il successo ottenuto con l’isolamento del virus, in molti l’hanno chiamata per complimentarsi.