Coronavirus, Confturismo Veneto: pioggia di disdette in regione

Fdm

Venezia, 26 feb. (askanews) - Secondo i dati dell'Associazione Veneziana Albergatori, le disdette a Venezia arrivano al 40%, ad Abano-Montegrotto superano il 35% (con perdite economiche sulla base della situazione attuale, di 100mila euro al mese), un mare di disdette in montagna (da Cortina a tutto il Bellunese) con punte del 90% in alcuni alberghi della regione. Una situazione drammatica che oggi è stata al centro di un incontro voluto dal presidente di Confturismo e di Federalberghi Veneto Marco Michielli con tutti i presidenti delle federazioni aderenti. Un 'focus' che si è svolto nella sede di Confturismo Veneto a Venezia-Mestre e al quale ha preso parte l'assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner. "Se da un lato mi è stata manifestata ancora una volta tutta la drammaticità del momento, che come sappiamo rischia di mettere in ginocchio il comparto intero del turismo a 360 gradi, dall'altro abbiamo raccolto ulteriori spunti per trovare linee di intervento a sostegno delle categorie - dichiara l'assessore Caner - Ora, anche alla luce delle nuove osservazioni pervenutemi, posso lavorare con i miei colleghi di Giunta a interventi regionali a supporto delle imprese turistiche, e ancor di più farmi portavoce a livello nazionale con il Ministero e la Conferenza delle Regioni perché vengano prese tutte le misure necessarie a superare questo momento di difficoltà". Le parole dell'assessore sono la risposta alle preoccupazioni degli operatori del settore. Prima fra tutte, come sottolinea il presidente di Confturismo Veneto Michielli, quella legata ai posti di lavoro e alle nuove assunzioni, già previste ma che, se le cose non cambieranno, saremo costretti ad annullare". "Il danno economico attuale è nell'ordine dei miliardi di euro - spiega Michielli - Dio non voglia che si debba considerare persa anche la stagione estiva". Con le Federazioni presenti - oltre al nuovo presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin c'erano Alessandro Berton di Unionmare, Alberto Granzotto di Faita-federcamping, Erminio Alajmo di Fipe (pubblici esercizi) e Giancarlo Reverenna di Fiavet (agenzie di viaggio - Confturismo Veneto predisporrà un documento unitario che consegnerà alla Regione Veneto con le richieste specifiche di misure a sostegno delle imprese del turismo di diretta competenza, e una serie di provvedimenti di competenza del governo nazionale per i quali la Regione si farà tramite. "Voglio lanciare un messaggio rassicurante a tutti gli operatori del settore, nei limiti consentiti dalla situazione: la Regione sarà al nostro fianco con ogni misura possibile", conclude il presidente di Confturismo e Federalberghi Veneto, che partecipa al tavolo di crisi istituito in questi giorni dall'assessore regionale al Turismo.