Coronavirus, contagiato informatore scientifico di Giugliano

Red/Nav

Roma, 3 mar. (askanews) - "Un informatore scientifico è stato contagiato da una persona proveniente dalla Lombardia. Sono subito scattate le procedure di sanificazione. Ovviamente la notizia ha fatto scalpore e c'è molta tensione in città. Le scuole d Giugliano sono state tutte sanificate". Lo ha detto in diretta a 'Barba&Capelli', trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, Antonio Poziello, ex sindaco di Giugliano.

"Ovviamente, ci sono genitori e alunni delle superiori preoccupati e che chiedono la chiusura delle scuole. La preoccupazione per i motivi dell'inquinamento ambientale non sono mai cessate, ma ognuno ha la propria contabilità dei morti per tumore", ha continuato Pozziello.

"Il coronavirus è l'emergenza del momento, a causa anche del martellatore mediatico che sta scatenando il panico. Io sono sempre stato contrario alla chiusura delle scuole durante delle allerte meteo, oggi sono dell'idea che per sette gironi le scuole possono restare chiuse per tranquillizzare tutti. C'è un registro tumori, fatto partire dall'Asl Napoli 2 Nord, fatto partire circa due anni fa e c'è una novità: avevamo u non reparto di oncologia che oggi è diventato un reparto moderno, attrezzato e confortevole per i pazienti oncologici. Elezioni? Credo che ai cittadini del paese non freghi nulla del referendum. In qualsiasi periodo si faccia, l'affluenza sarà bassissima. Sarei stato più interessato al dimezzamento degli stipendi, invece che al dimezzamento dei parlamentari".