Coronavirus, contagio è la parola più usata dai media -2-

Nav

Roma, 3 mar. (askanews) - Tra i luoghi del Coronavirus, dopo Roma e Milano c'è Codogno (17° posto con 16.047) menzioni) mentre la "Protezione Civile" è l'istituzione più citata (16.625) davanti al "Ministero della Salute" che si ferma a 12.510 citazioni. La consapevolezza degli effetti economici a breve e medio termine causati dall'emergenza "Coronavirus" nel nostro Paese e non solo, ha visto aumentare costantemente negli ultimi giorni le citazioni sui media, specie in radio e tv, di parole come "economia" (18.072) e "Borsa/e" (6.696) ma anche "panico" (13.338), "allarmismo/i" (9.715), "psicosi" (8.908).

Tra gli ospedali il più citato è lo Spallanzani di Roma (7.221), centro di riferimento nazionale per quest'emergenza, seguito dall'Ospedale Sacco di Milano (5.871). E' più frequente l'uso del termine "disinfettante/i" (7.713 menzioni) piuttosto che "Amuchina" (2.704) o di "virologo/i" (4.832) rispetto a "infettivologo/i" (1.826). Tra i "sintomi" (15.102) si parla soprattutto di "febbre" (11.092 citazioni) e meno di "tosse" (9.599) o "polmonite" (4.352).

Mediamonitor.it ha rilevato un approccio diverso per le radio e le tv. "Contagio" è sempre la parola più frequente (2.118 citazioni), sempre usata insieme a "Coronavirus" ma, per le emittenti radiofoniche e televisive, al secondo posto troviamo Cina (1.788) , al terzo "test"(1.500), al quarto "epidemia" (1.487) e di seguito "Economia", in costante ascesa (5° posto con 1.349 citazioni), "quarantena" (6° posto 1.233), Roma (7° posto, 1.153), "scuola/e" (8° posto, 1.127), "tampone/1" (9° posto,1.104) e "Protezione Civile" (10 °posto, 1.002).