Coronavirus, Conte: chi oggi ci dice aprite ieri diceva contrario

Luc

Roma, 27 feb. (askanews) - "Quegli stessi che oggi ci dicono 'aprite tutto' ieri dicevano 'chiudete tutto'. Ci è stato proposto anche di chiudere e sospendere Schengen. Abbiamo cercato di spiegare che chiudere i confini avrebbe procurato un danno irreparabile e irreversibile, sarebbe stata una soluzione non praticabile, un danno economico. Quando si affrontano le emergenze bisogna mantenersi lucidi, non avere nessuna arroganza e presunzione ma basarsi sugli esperti e sul comitato scientifico". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella conferenza stampa con il presidente francese Emmanuel Macron a Napoli, rispondendo a una domanda sulle polemiche del leader della Lega Matteo Salvini a proposito delle misure prese dal governo per contenere l'emergenza Coronavirus.