Coronavirus: Conte, 'chiesta sobrietà, attacco a me è schiaffo a cittadini'

Coronavirus: Conte, 'chiesta sobrietà, attacco a me è schiaffo a cittadini'

Roma, 5 mar. (Adnkronos) – "Ho già fatto due incontri con le opposizioni, perché questo è un momento in cui il paese ha bisogno di unità, lo stiamo dicendo ai cittadini. Sarebbe controsenso non chiederlo a chi ha responsabilita sul piano politico" di "avere consapevolezza che siamo tutti sulla stessa barca, dobbiamo marciare tutti verso un comune obiettivo. Mi ha sorpreso l'uscita di questa mattina" di un esponente dell'opposione, "abbiamo anche commentato in Cdm, ci è parso un attacco inusuale, affermazioni molto gravi di cui rimango sorpreso". Così il premier Giuseppe Conte, in sala stampa a Palazzo Chigi, risponde alle parole dei Giorgia Meloni, pur senza mai citarla.

In questo momento si "ha bisogno di tutto il sistema Italia, altrimenti è difficile superare l'emergenza e rialzare la testa. Se ognuno non fa la sua parte, e mi riferisco anche a chi ha compiti di elevata responsabilità politica", con "dichiarazioni contro il buon senso che non fanno bene al paese. Le stesse dichiarazioni, riportate anche all'estero, danneggiano l'immagine di un paese che vuole e deve rialzare la testa. E' uno schiaffo non a me ma ai cittadini, chiamati a rispettare le regole e a rinunce, a fare piccoli ma anche grandi sacrifici. E' uno schiaffo a loro nel momento in cuoi sono chiamati a raccolto in uno sforzo collettivo".