Coronavirus, Conte: "Fase 2? Non possiamo dare una data"

webinfo@adnkronos.com

"Per quanto riguarda la fase 2, non siamo condizioni di anticipare una data. Ci stiamo costantemente confrontando con gli esperti e in questo momento ci riserviamo di seguire con loro l'evoluzione della curva. Anticipare ora, sarebbe dire una cosa priva di fondamento". Lo dice il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa al termine del Cdm sul dl imprese, a chi gli chiedeva cosa succederà dopo il 13 aprile. "Saremo felici di allentare le misure quanto prima ma dire oggi quando, vuol dire anticipare qualcosa che è privo di fondamento", ha sottolineato nuovamente il premier, che ha aggiunto: "Dovremo continuare a rispettare le regole e le distanze ancora per un po'. Nell'allentamento della fase restrittiva verranno ancora più in evidenza protocolli di sicurezza sia sul camminare per strada, sui mezzi di trasporto, sugli spostamenti nei luoghi di lavoro".