Coronavirus, Conte: "Massima attenzione per la Lombardia"

webinfo@adnkronos.com

"La nostra priorità è far lavorare in sicurezza medici, infermieri e tutto il personale sanitario che con coraggio e spirito di abnegazione si sta prodigando per la cura dei cittadini, dedicandosi a questa emergenza sanitaria senza risparmiare energie". Così il premier Giuseppe Conte. "Come governo - aggiunge Conte - siamo strenuamente impegnati - e io stesso attraverso contatti con i miei omologhi - per procurare in tempi brevissimi i dispositivi di protezione che consentano loro di lavorare in massima sicurezza. C’è massima attenzione per la situazione in Lombardia". 

"Non sono interessato alle polemiche, questo non è il momento. Io sono concentrato esclusivamente a lavorare e a dare risposta ai cittadini e ai malati. Questa è l’unica cosa che conta". Ha commentato così, il premier, con i suoi collaboratori, le polemiche tra Lombardia e protezione civile. "Mi interessano i fatti e tutto ciò che serve per soccorrere i malati e garantire ai medici e agli infermieri in prima linea condizioni di sicurezza", ha aggiunto il premier.  

Oggi, attorno alle 14, Conte ha telefonato al direttore generale dell'Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Maria Beatrice Stasi. "Non me lo aspettavo - commenta Stasi - abbiamo parlato a lungo. Il presidente Conte mi ha espresso la vicinanza di tutto il Paese a Bergamo e all'ospedale, ai malati, ai nostri operatori e a tutta la cittadinanza". 

"Vicinanza e incoraggiamento - ribadisce - mi sono commossa. Ma soprattutto è stato importante potergli far arrivare direttamente il nostro grido d'aiuto: ci serve personale, ci servono dispositivi e attrezzature, ci serve alleggerire la pressione sui nostri ospedali". Il Presidente Conte ha assicurato il suo sostegno anche operativo a Bergamo e - commenta ancora il direttore generale, "speriamo ci siano sviluppi nelle prossime ore".