Coronavirus, Conte: misure restrittive di competenza dello Stato

Luc

Roma, 24 mar. (askanews) - "Abbiamo un ordinamento su base regionale, in particolare la sanità è di competenza regionale. Stiamo facendo uno sforzo incredibile per supplire alle carenze delle strutture ospedaliere e per rinforzarle ma la competenza è regionale, non possiamo che procedere in pieno accordo. E' chiaro che la competenza sulle misure restrittive deve essere dello Stato perché sennò si genera disorientamento nei cittadini". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlando del rapporto con le regioni nella gestione dell'emergenza coronavirus in conferenza stampa.

"Quindi - ha aggiunto - la disciplina di cornice ce la riserviamo noi ma lasciamo la possibilità alle regioni di adottare misure anche ulteriori".

"Dal primo giorno - ha ricordato Conte - abbiamo curato i rapporti con i rappresentanti del governo territoriale in modo continuo e costante. Credo che questa sia la modalità migliore, non è pensabile un intervento autoritario da parte del governo centrale. Riteniamo preferibile la strada della collaborazione. Lasciamo che i presidenti delle regioni possano adottare nell'ambito esclusivo delle proprie competenze provvedimenti, misure anche più restrittive, più severe però rimane la funzione di coordinamento assicurata dai nostri interventi".