Coronavirus: Conte, 'no colpa a cittadini, ma cashback è riforma sistema'

·1 minuto per la lettura
Coronavirus: Conte, 'no colpa a cittadini, ma cashback è riforma sistema'
Coronavirus: Conte, 'no colpa a cittadini, ma cashback è riforma sistema'

Roma, 16 dic. (Adnkronos) – Sulle assembramenti nelle vie dello shopping, complice il via al cashback, "non direi che è colpa dei cittadini, la stragrande maggioranza ha mostrato senso di responsabilità, nonostante il disagio continua a rispettare le regole. Il cashback è un discorso diverso, c'è un settore in sofferenza, il commercio, soprattutto gli esercizi di prossimità. Il cashback è una riforma che è stata già rinviata di alcuni mesi, è una riforma di sistema". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, durante la registrazione di 'Accordi&Disaccordi', in onda stasera sul Nove alle 21.25.

"Noi stiamo cambiando le abitudini dei cittadini, invogliamo al pagamento digitale" rendendolo "più conveniente", un progetto che "ci consente di recuperare sommerso. I negozi sono in sofferenza, abbiamo dato un indirizzo politico ben preciso".

"Se si usa il cashback in modo ordinato diamo ossigeno a un settore, se il risultato è l'affollamento per le strade non è quello che avevamo sperato e bisogna intervenire. Alla luce di quel che sta avvenendo dobbiamo mantenerci flessibili per non restare sopraffatti da una terza ondata", mette in chiaro Conte.