Coronavirus, Conte: "Salvini? Non dica sciocchezze e non speculi"

webinfo@adnkronos.com

"Qualcuno dovrebbe pagare per le sciocchezze e per gli attacchi strumentali. ". Giuseppe Conte, all'arrivo nella sede della Protezione Civile, risponde così alle domande sulle dichiarazioni di Matteo Salvini. "Non ci si può sottrarre al confronto quando si è leader dell'opposizione e dire il falso. Io ho una sola parola, non vorrei essere costretto a mostrare il WhatsApp che ho mandato e far vedere le telefonate che ho fatto senza nessuna risposta ricevuta", dice il presidente del Consiglio. 

"Chi è leader dell'opposizione ha l'obbligo di non dire sciocchezze e soprattutto di non speculare su queste vicende, su un fatto così importante per la nazione. Sarà invitato al tavolo, potrà partecipare e potrà informarsi. Nel frattempo dovrebbe astenersi dallo speculare", ripete il premier.