Coronavirus, Conte: voli ed emergenza, non si poteva fare prima

Bar

Roma, 31 gen. (askanews) - "Il provvedimento di ieri con il blocco del traffico aereo (dalla Cina, ndr) o la dichiarazione di emergenza nazionale non l'avremmo potuti dichiarare prima perché ancora ieri l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l'emergenza globale e ancora ieri sono stati accertati i primi due casi di coronavirus in Italia". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, replicando alle critiche indirizzate dalle opposizioni al Governo per i presunti ritardi nelle misure di risposta all'epidemia.

"Il blocco voli - ha spiegato il premier - ha implicazioni politiche, economiche e sociali, non era adottabile prima".