Coronavirus, controlli anticontagio: quasi 8mila denunciati

coronavirus denunciati polizia

Sono quasi 8mila i denunciati in Italia durante i controlli anticontagio da coronavirus. Questo il bilancio reso noto dal Ministero dell’Interno per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità in piena emergenza Covid-19. Stando all’ultimo report i controlli sono stati intensificati con la conseguente pioggia di denunce in tutto il Paese. La strategia del Viminale sembrerebbe essersi orientata per un breve periodo di tolleranza prima della repressione.

Coronavirus, denunciati in aumento

Le misure restrittive contenute nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dpcm) stanno quindi portando i primi effetti sanzionatori. Spostamenti vietati, insomma, se non per casi di lavoro, salute e necessità. È su quest’ultimo punto che le forze dell’ordine stanno in particolare operando. Nello specifico sono stati denunciati per controlli in ambito emergenza coronavirus 7980 cittadini. Il trend è in aumento rispetto all’ultima rilevazione con 6951 denunciati.

Oltre 170mila cittadini controllati

I controlli hanno riguardato 172.720 persone, 33.437 esercizio commerciali. Tra i dati più significativi ci sono 229 denunce per “falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale” o “false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri”, ma non solo. 217 titolari di attività sono stati denunciati e per 22 di essi è stata disposta la sospensione. I denunciati nel corso dell’emergenza coronavirus sono perciò in aumento. Basti pensare che subito dopo l’entrata in vigore del Dpcm sono state denunciate “solo” 2.162 persone.