Coronavirus, Coop: spesa a casa nell'80% dei comuni toscani

(Segue)

Roma, 20 mar. (askanews) - Coop, Anci e dipartimento della Protezione civile firmano un Protocollo d'Intesa per attivare il servizio di consegna della spesa grazie al ruolo delle organizzazioni di volontariato locale. L'iniziativa in Toscana è partita una settimana fa ed oggi il servizio di consegna a domicilio copre l'80% dei Comuni dove opera Unicoop Firenze, con una media di mille spese consegnate ogni giorno.

Persone non autosufficienti o in condizioni tali da non poter uscire da casa per pregresse patologie, persone impegnate in servizi di emergenza. Sono questi i principali destinatari del Protocollo d'Intesa sottoscritto da Ancc-Coop (l'Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori), ANCI (l'Associazione Nazionale Comuni Italiani) e il Dipartimento della Protezione Civile. Un Protocollo teso a favorire i servizi di consegna a domicilio della spesa nelle diverse realtà territoriali, individuando come destinatari appunto le persone più vulnerabili. Un servizio sociale che rientra nei compiti della cooperazione consumo, nata per soddisfare i bisogni delle fasce più deboli della popolazione.