Coronavirus, De Corato: a Milano numero chiuso su mezzi pubblici

Fcz

Milano, 16 mar. (askanews) - A Milano "oggi gli autobus risultano più affollati rispetto altri giorni, non perché ci siano in giro più persone, ma solo perché riducendo le corse i viaggiatori si riversano sui restanti mezzi in circolazione". La denuncia arriva dall'assessore alla sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato, che chiede ad Atm di rivedere "al più presto le regole di salita sui mezzi mettendo un numero massimo per ogni vettura" come misura "a tutela dei passeggeri" e di domanda: "Se per strada e nei negozi vale il metro di distanza, perché non deve valere anche sui mezzi pubblici?".

La soluzione, secondo De Corato, è quella di maggiori controlli sui mezzi pubblici che, sottolinea l'assessore lombardo, potrebbero essere svolto "subito" dal personale Atm "che, a causa del ridimensionamento delle corse, rimane fermo in rimessa" oppure dalla "stessa security" della muncipalizzata milanese dei trasporti. "Oltre a loro - aggiunge - il Comune dovrebbe impegnare anche la polizia locale e, considerato che il maggior flusso lo si ha la mattina, questo aiuterebbe anche ad individuare chi realmente si reca al lavoro. Oggi più che mai va fermato il contagio. Noi- conclude l'assessore- volevamo misure più stringenti, ma alla fine come troppo spesso accade è stata scelta la via di mezzo".