Coronavirus, corsa alla Casa Bianca a rischio “contagio”

Coronavirus, corsa alla Casa Bianca a rischio “contagio”

Washington, 6 mar. (askanews) – Lo scoppio dell’allarme coronavirus che ha avuto origine a Wuhan, in Cina, potrebbe trasformarsi in un jolly politico negli Stati Uniti. Un crollo della fiducia nelle competenze del governo o la disuguaglianza nell’accesso ai vaccini e ai trattamenti, potrebbe rimodellare la politica rapidamente e inaspettatamente.

Non è ancora chiaro se il coronavirus, o COVID-19, possa uccidere un numero significativo di americani, ma la questione è già al centro della dialettica di Donald Trump che ha recentemente dichiarato di “non toccarsi la faccia ormai da settimane”, scatenando la caccia al fotogramma dove un gesto del capo di Stato dimostri il contrario. Ha inoltre firmato un piano che stanzia 8,3 miliardi di dollari per combattere l’epidemia.

Più persone sono infettate dal virus a livello globale, più gli americani diventano vulnerabili, sia dal punto di vista della salute pubblica che da quello economico. E di conseguenza anche la corsa alla Casa Bianca potrebbe essere “contagiata”.