Coronavirus, Cottarelli: morto in Usa ingigantirà impatto su mercati -2-

Mpd

Roma, 1 mar. (askanews) - A proposito dell'ipotesi di recessione globale avanzata da Nouriel Roubini: "Roubini è sempre pessimista però la recessione globale è una possibilità. La cosa cruciale è vedere come dall'economia reale questa cosa si trasmette ai mercati finanziari che sono molto influenzati dai fattori psicologici. È quello che è avvenuto già nel 2008-2009, quando questo avviene le quotazioni azionarie cominciano a scendere molto rapidamente e i tassi d'interesse - il famoso spread - in alcuni Paesi cominciano ad aumentare. Spesso le epidemie hanno effetti economici molto forti ma di breve periodo, quando finisce l'emergenza epidemica l'economia si riprende molto rapidamente. Se questo si innesca su una situazione finanziaria già traballante, lo shock poi permane nel tempo".

Sull'operato del Governo italiano finora: "Dal punto di vista economico ha fatto quello che era necessario fare".