Coronavirus, in crescita truffe online

webinfo@adnkronos.com

L'emergenza legata al coronavirus non ferma i truffatori del web. La polizia postale, come fa sapere in un video sulla pagina fb di www.commissariaditops.it, sta ricevendo "un numero sempre crescente segnalazioni". Tra i raggiri, quelli attraverso email che provengono, apparentemente, da organi sanitari, medici, in realtà invece sono spedite da abili truffatori che inducono a cliccare su allegati che contengono pericolosi virus informatici il cui è scopo è penetrare nei dispositivi per spiarci e assumerne il controllo. Ancora, mette in guardia la polizia postale, si "moltiplicano le truffe per la commercializzazione abusiva di mascherine". 

Le forze dell'ordine consigliano dunque di "innalzare le nostre difese sia informatiche che comportamentali", scaricando sui computer "antivirus e aggiornando i sistemi operativi", impostando "password sicure ed efficaci" senza mai comunicarle a nessuno.