Coronavirus, Crimi: Cairo faccia silenzio, a tutto c'è un limite

Pol/Bar

Roma, 31 mar. (askanews) - "Il Governo rispetto all'emergenza Coronavirus 'non sta facendo quello che deve' e 'deve fare molto di più'. Queste parole pronunciate ieri in radio dall'imprenditore Urbano Cairo lasciano allibiti". Lo ha dichiarato in una nota il capo politico reggente del Movimento 5 stelle, Vito Crimi.

"Al di là del fatto che, a mio parere, questo governo sta facendo appieno il proprio dovere e compiendo uno sforzo enorme, a colpire - ha aggiunto - è che a pronunciare certe frasi sia quello stesso Cairo che in un video diffuso pochi giorni fa si esprimeva con euforia per i suoi affari che, in questo periodo, stanno andando a gonfie vele. Ricordo che spettatori, acquirenti e introiti delle sue tv e giornali sono aumentati, provocando il suo giubilo, perché stiamo vivendo settimane drammatiche".

"Quelle espressioni e immagini - ha sottolineato ancora Crimi - mi avevano molto colpito ma avevo preferito non commentarle, sperando si nascondesse per la vergogna, ma davvero a tutto c'è un limite. C'è un tempo per tacere e mi sembra che questo sia proprio quel momento. Cerchiamo tutti di fare al meglio la nostra parte con serietà, di evitare cadute di stile e di spenderci per la collettività e le tante persone in difficoltà", ha concluso il leader del M5S.