Coronavirus, Crimi: reddito cittadinanza a chi ora è senza reddito

Pol/Vep

Roma, 27 mar. (askanews) - "Noi non possiamo più aspettare, nei prossimi giorni bisogna subito iniettare liquidità alle persone. Da oggi pomeriggio sarò in riunione permanente con i ministri 5 Stelle finchè non riusciremo a trovare proposte per fare in modo che dall'inizio della prossima settimana gli italiani possano andare in banca e trovare sul conto corrente i soldi per continuare a sopravvivere. Altrimenti fra 3 mesi non avremo un motore con cui ripartire. Il reddito di cittadinanza sta salvando milioni di persone in questo momento, se non ci fosse oggi avremmo 3-4 milioni di persone ancora più in difficoltà. Dobbiamo estenderlo a tutte le persone che in questo momento non hanno un reddito perchè hanno perso il lavoro o perchè non possono lavorare a causa delle restrizioni". Lo ha detto il capo politico del Movimento cinquestelle Vito Crimi in una intervista a Radio Cusano Campus.

"Queste saranno le persone che poi faranno riaccendere il motore del Paese quando l'emergenza sarà finita. Non voglio parlare di chi lavorava in nero perchè il fatto che ci sia ancora lavoro in nero mi fa arrabbiare molto, considerando che abbiamo uno strumento come il reddito di cittadinanza. I 600 Euro? La cifra sarà di 600 euro adesso, ma è solo una cifra iniziale, l'importante era attivare il meccanismo, dopodichè ad aumentare la cifra ci v"uole poco".