Coronavirus,Crimi: in Ue c'è chi non fa gioco squadra ma gioco personale

Pol/Vep

Roma, 27 mar. (askanews) - "C'è qualcuno che scientemente da questa situazione può uscirne più forte e non sta facendo gioco di squadra, ma solo gioco personale. Questo dispiace perchè non c'è nulla da festeggiare, c'è solo da rendersi conto di una realtà che per qualcuno era evidente, per altri invece sta arrivando come uno schiaffo. E' anche vero che ci sono due Europe, insieme all'Italia c'è un bel blocco di Paesi che chiedono solidarietà comune". Lo ha detto il capo politico del Movimento Cinquestelle a Radio Cusano Campus a proposito della resistenza di Germania e Olanda ad abbandondare i vincoli di bilancio.

"E' importante dire che questo accade in quei Paesi che più hanno subito meccanismi di spending review, Paesi che hanno dovuto tagliare, anche nella sanità. In questo momento credo che dobbiamo concentrarci sul nostro Paese, abbiamo trovato tanti amici in questa battaglia, dalla Russia agli Usa, alla Cina. Da tante parti del mondo i Paesi hanno cominciato ad inviarci materiale e attrezzature mediche", ha concluso.