Coronavirus, Crippa (M5s): monitorare andamento prezzi mascherine

Gal

Roma, 26 mar. (askanews) - "Sono aumentate, in questi giorni, le denunce dei cittadini contro gli sciacalli che vendono le mascherine a peso d'oro, approfittandosi della situazione dell'emergenza dovuta al Coronavirus". Lo scrive sulla sua pagina facebook il capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera, Davide Crippa.

"A volte, inoltre, si tratta di mascherine di dubbia provenienza e di dubbia efficacia, che vengono vendute a prezzi esorbitanti e vergognosi, a scopo di lucro. Ieri io ho denunciato pubblicamente questa situazione, nel corso del mio intervento alla Camera dei deputati, sull'informativa del Presidente Conte, in merito alla crisi sul Covid-19. Ribadisco, con ancora maggiore determinazione, ciò che ho detto ieri a Montecitorio: l'andamento dei prezzi di questi dispositivi deve essere monitorato e bisogna sanzionare pesantemente chiunque abbia voluto speculare su una tragedia del genere. Voglio ringraziare coloro che stanno lavorando per i controlli portati avanti in questi giorni contro questo fenomeno criminale, a partire dalla Guardia di finanza, i Carabinieri e la Polizia. Tramite questi uomini - sostiene Crippa - le istituzioni, lo Stato sta dando risposte ai cittadini, a tutela della salute e del giusto prezzo di tali prodotti. La Guardi di finanza, in particolare, ha svolto numerose ispezioni ed ha sequestrato, in tutta Italia, migliaia di mascherine e medicinali che venivano venduti a prezzi esorbitanti, tramite vere e proprie operazioni speculative. Ad esempio, dall'inizio dell'emergenza, solo in Lombardia, il territorio più colpito dal virus, a seguito dei controlli della Gdf, sono state scoperte circa 23mila mascherine vendute abusivamente o a prezzi esorbitanti. Tramite queste operazioni capillari le Fiamme gialle ripristinano la legalità e fanno capire alla comunità che lo Stato è presente e che non viene tollerato nulla, soprattutto nel campo delicato della tutela della nostra salute. Quindi nessuna tolleranza contro gli sciacalli delle mascherine. E' di oggi, inoltre, la notizia che, la procura di Roma, ha disposto la cessione alla Protezione Civile delle mascherine e del gel sequestrati dalla polizia, negli scorsi, giorni, in alcune farmacie di Roma, proprio a seguito di manovre speculative, per evitare che il mantenimento del sequestro possa aggravare la carenza dei prodotti sul mercato e il conseguente aumento dei prezzi. Lo Stato - conclude Crippa - è compatto e determinato contro questo grave fenomeno e sta agendo, nelle sue varie componenti, con coordinamento e unità d'intenti".