Coronavirus, Cristina Parodi: “Bergamo città piegata dal dolore”

CristinaParodiBergamo

Cristina Parodi, moglie del primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori, ha parlato a Non è l’Arena delle difficoltà che sta vivendo la città, messa in ginocchio dall’emergenza Coronavirus.

Cristina Parodi: il messaggio su Bergamo

Con un messaggio commovente Cristina Parodi ha invitato tutti a restare a casa mentre la sua città d’adozione, Bergamo, starebbe vivendo uno dei momenti più difficoltosi di sempre. Molte persone sono morte a causa dell’emergenza Coronavirus, e la stessa conduttrice – moglie del sindaco Giorgio Gori – ha riferito che alcune di esse erano conosciute anche da lei e dalla sua famiglia:

“A Bergamo le persone piangono ma lo fanno in silenzio per non disturbare. Questa è una città bloccata, piegata dal dolore. Non vorrei che le notizie dei contagi diminuiti spingessero le persone a cambiare atteggiamento”, ha detto la conduttrice, con la voce rotta dal pianto. Bergamo è una delle città che sono state colpite più duramente dall’epidemia da Coronavirus, e oggi conterebbe oltre 1000 morti (tra quelli ufficiali).

Cristina Parodi ha dichiarato anche che a Bergamo le persone non canterebbero dalle finestre per farsi coraggio come nelle altre città d’Italia, ma che lì ci sarebbe un silenzio assordante. La conduttrice abita a Bergamo dai primi anni ’90, quando ha seguito il marito originario proprio della città. I due hanno avuto tre figli: Benedetta (nata nel 1996), Alessandro (1997) e Angelica (2001).