Coronavirus, Croce rossa cinese: "In Lombardia misure non abbastanza rigide"

webinfo@adnkronos.com

A Milano e in Lombardia "non avete misure molto stringenti di chiusura, perché il trasporto pubblico è ancora in funzione e la gente si sposta, ci sono ancora cene e feste negli hotel e non state indossando le mascherine". Lo ha detto il vicepresidente della Croce Rossa cinese, Sun Shuopeng, in conferenza stampa a Milano.  

"Bisogna fare in fretta, bisogna fermare tutte le attività economiche e fermare la mobilità. Le persone devono stare a casa in quarantena e devono essere preparati", ha detto ancora Sun Shuopeng. "Tutti sono coinvolti nella lotta al Covid-19, non solo il governo, non solo il personale medico. Tutti i cittadini devono essere coinvolti e seguire le misure di contenimento", ha aggiunto.