Coronavirus, Crui: in campo per garantire prosecuzione lezioni

Red/rus

Roma, 19 mar. (askanews) - "Il diritto allo studio è uno dei pilastri della nostra azione in questi giorni di emergenza," ha detto Ferruccio Resta, Presidente della Crui, a conclusione della prima assemblea dei rettori tenutasi totalmente a distanza in applicazione delle misure del governo per contenere il contagio.

"Le università - ha proseguito Resta - hanno messo in campo uno straordinario intervento di sistema per garantire la prosecuzione delle lezioni, degli esami, delle sedute di laurea. Il nostro primo obiettivo è stato quello di garantire il diritto dei nostri studenti a non interrompere gli studi. Una seduta, quella di oggi, che si è svolta in un clima di grande responsabilità e unità, in cui ci siamo confrontati sulle buone pratiche, sulle priorità e sulle criticità. Su temi comuni come gli esami, le lauree, i tirocini, le prossime scadenze e i servizi minimi essenziali da garantire".

Dalla discussione di oggi e in applicazione dall'articolo 101 del Cura Italia, le università hanno deciso di andare incontro alle necessità degli studenti nella maniera più flessibile possibile, puntando ad esempio al rinvio a fine maggio delle scadenze relative al pagamento delle tasse e a una nuova calendarizzazione delle scadenze dell'anno accademico. "Sul fronte degli studenti Erasmus e all'estero - ha concluso Resta - la CRUI prosegue il lavoro incessante con il MUR e la Farnesina. Ribadiamo l'invito ai nostri studenti a restare nelle loro residenze straniere e a seguire le indicazioni delle autorità sanitarie locali e internazionali. Al contempo, invitiamo le autorità competenti a programmare sin da ora l'organizzazione di modalità di rientro per quando saranno necessarie a causa della situazione sanitaria dei paesi ospitanti".