Coronavirus, Csm: negli uffici giudiziari agevolare lavoro... -2-

Bla

Roma, 5 mar. (askanews) - Con la delibera approvata oggi dal Plenum del Csm "da un lato si vuole ribadire che nessuna delle misure adottate contempla l'interruzione generalizzata dell'attività degli Uffici giudiziari, nemmeno in quelli situati nelle zone rosse; dall'altro che di fronte ad una emergenza sanitaria in continua evoluzione, si offrono agli Uffici linee guida comuni, per far fronte all'eventuale incremento del rischio di contagio", ha spiegato la presidente della VII Commissione Alessandra Dal Moro.

"In questa delibera si evidenziano le misure ordinamentali adottabili dai dirigenti degli Uffici per proseguire l'attività giudiziaria con le risorse disponibili, tutelando la salute di tutti. La delibera, adottata anche all'esito del lavoro con il tavolo paritetico ministeriale, nasce dalla volontà di fornire linee guida comuni e uniformi per tutti gli Uffici giudiziari, in ottemperanza dei decreti varati dal Governo fino a ieri; differenziando le modalità di comportamento a seconda della tipologia delle zone interessate, garantendo i servizi essenziali", sottolinea la Presidente della VII Commissione Alessandra Dal Moro.

Tra le raccomandazioni la trattazione di un numero di procedimenti compatibile con le prescrizioni governative e l'incoraggiamento di modalità di lavoro da remoto mediante dotazioni tecnologiche e informatiche fornite dal ministero.