Coronavirus, Cuamm: partito volo di aiuti umanitari per Sud Sudan -2-

Sim
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 lug. (askanews) - Secondo quanto si legge in un comunicato, i materiali raccolti dal Cuamm e inviati in Sud Sudan comprendono termometri a infrarossi e concentratori di ossigeno, ma anche filtri e serbatoi per l'acqua ed ecografi portatili: verranno distribuiti in cinque ospedali sostenuti dall'organizzazione che complessivamente in un anno forniscono cure e servizi ad una popolazione di oltre un milione di persone. In queste strutture Medici con l'Africa Cuamm ha allestito negli ultimi mesi aree e tende di isolamento per i casi sospetti o confermati di Covid-19. Con il materiale inviato, Medici con l'Africa Cuamm potrà supportare al meglio le strutture sanitarie sud sudanesi per la risposta all'emergenza e migliorarne le condizioni igienico-sanitarie per il futuro dati i bisogni sanitari sono cronicamente alti. "L'operazione - ha spiegato don Dante Carraro, direttore di Medici con l'Africa Cuamm - è stata facilitata dal partenariato tra Cuamm e le Basi di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) gestite dal Programma Alimentare Mondiale, tra cui figura Brindisi, collaborazione avviata in piena emergenza Covid nell'aprile 2020. Un accordo prezioso e strategico che permette di accedere a una rete di voli e hub umanitari sempre attivi, per garantire il trasporto tempestivo di materiali indispensabili in situazioni di emergenza".(Segue)