Coronavirus, da Cina partono 155 ventilatori polmonari verso Italia

Red/Mos

Roma, 23 mar. (askanews) - Decollerà a breve dall'Aeroporto Internazionale di Pechino un aereo diretto a Milano con a bordo 155 ventilatori polmonari, 1.100.000 mascherine di tipo FFP2 e N95, 305.000 mascherine monouso, 205.000 guanti di lattice, 1.000 kit diagnostici e altrettante tute protettive. Lo ha scritto oggi l'Ambasciata italiana a Pechino.

Si tratta di materiale in parte acquistato dalla Protezione Civile, in parte donato dal Governo cinese e da diverse aziende (Pirelli, Bank of China, China Construction Bank e China Development Research Foundation).

L'Ambasciata d'Italia a Pechino ha coordinato l'operazione, in costante raccordo con la Farnesina e il Dipartimento della Protezione Civile, adoperandosi affinché tutti i carichi fossero stoccati in un suo magazzino allestito alle porte della città e rapidamente approntati per l'imbarco.

Decisiva per la realizzazione di questo primo convoglio aereo italiano dalla Cina è stata la disponibilità della NEOS e di Alpitour, che hanno gratuitamente messo a disposizione e operato lo speciale volo cargo.

Altre spedizioni saranno effettuate nei prossimi giorni da Pechino, Shanghai e Shenzhen.