Coronavirus, da Conte e Guerini sostegno a territorio lodigiano

Red/Cro/Bla

Roma, 28 feb. (askanews) - Sostegno di tutto il governo a chi in questo momento sta vivendo forti disagi a causa dell'emergenza coronavirus, e a coloro che stanno lavorando incessantemente per fronteggiare la situazione. È il messaggio che il Presidente Conte e il Ministro Guerini hanno lanciato, nel corso di colloqui telefonici, a due famiglie lodigiane residenti nella zona rossa, al Direttore Generale dell'Azienda socio sanitaria di Lodi, Massimo Lombardo, al Responsabile del Dipartimento Emergenza Urgenze, Enrico Storti, ai sindaci di Codogno Francesco Passerini e a quello di Castelgerundo Daniele Saltarelli, comuni all'interno della zona rossa.

"Trasferire l'apprezzamento da parte delle Istituzioni per come la popolazione sta vivendo nella propria quotidianità l'impatto di misure restrittive, a tutela della salute collettiva". Questo il messaggio comunicato dal Ministro Guerini, in un colloquio aperto, nel corso del quale le due famiglie lodigiane non hanno nascosto le difficoltà che impattano nelle loro vite, ma affrontate "con grande senso di responsabilità". Non hanno nascosto le preoccupazioni per le ricadute economico produttive per il loro territorio, più direttamente colpito, così come sottolineato dai due sindaci. Preoccupazioni già note al Ministro Guerini che da lodigiano conosce bene la sua comunità e con cui è in costante collegamento, ed ulteriormente estese al Premier, che intendeva avere un confronto diretto con i cittadini.

(Segue)