Coronavirus, da oggi riaperte le sale scommesse nel Lazio

red/gci

Roma, 20 giu. (askanews) - Il Lazio da oggi riapre le sale scommesse, ma con slot spente e divieto di assistere alle competizioni sportive sui monitor. Sale slot e bingo 'rimandati' a luglio. Il presidente Nicola Zingaretti ha infatti firmato l'ordinanza che permette alla sale scommesse delle regione - ma non a sale bingo e sale slot, che invece resteranno chiuse fino al 1 luglio - di raccogliere gioco, in concomitanza con la ripartenza del campionato italiano, seppure con diversi paletti da rispettare. Tra questi - ricorda l'agenzia Agimeg - il divieto di utilizzare all'interno delle sale apparecchi da intrattenimento (Slot e Vlt), al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i giocatori. Le linee guide definite nell'ordinanza prevedono inoltre la possibilit della rilevazione della temperatura dei clienti e il divieto di assistere alle competizioni sportive all'interno delle sale. I gestori delle sale dovranno mettere a disposizione guanti monouso per l'utilizzo dei totem e delle strumentazioni touch-screen, con l'eliminazione dei cataloghi e del materiale informativo. Obbligo anche di contingentamento e di distanza sociale tra i giocatori all'interno della sala. Le sale slot e i bingo dovranno invece attendere il 1 luglio per aprire i battenti.